Degrado e paura nelle Aree verdi di P.le Maciachini – Via Populonia – Via Stelvio/ Via P.Bassi : URGE INTERVENIRE!!!

img_20161010_160633-1

FareBicocca@ denuncia da tempo situazioni di grave degrado e di forte  preoccupazione riguardo la sicurezza di molte  aree verdi presenti sul territorio di ZONA 9.

Molte delle segnalazioni che  pervengono alla nostra attenzione riguardano la zona di P.le Maciachini , Via Dino Villani l’area verde e lo spazio giochi di Via Populonia e il giardino comunale di Via Stelvio/ Via P.Bassi.

Queste aree verdi di proprietà del Comune di Milano sono divenute oramai  punti di bivacco per nomadi, presunti profughi e altro,  che, utilizzano le stesse in modo incivile e indecoroso: abbandonando rifiuti, bottiglie di vetro, cartoni, lettini, brande, resti di alimenti, rifiuti organici, insomma si può trovare di tutto ed in qualsiasi ora del giorno e della notte.

Le aree verdi menzionate risultano scarsamente  sorvegliate e poco presidiate dalle Forze dell’Ordine,  e quindi facilmente  frequentate  da  spacciatori e malintenzionati.

I cittadini del quartiere lamentano, oltre al dilagante  degrado ambientale e al mancato rispetto per il decoro urbano, anche  la questione relativa al rispetto  della  quiete pubblica, specialmente nelle ore notturne.

Tutte queste situazioni  generano nei cittadino un senso di mortificazione e di impotenza che NON incoraggia e stimola la frequentazione del luogo, che è un BENE comune da rispettare e salvaguardare.

A riguardo pubblichiamo la mail inoltrata dall’Assessore alla Sicurezza del Municipio 9 all’Assessore del Comune di Milano affinchè si possa  generare una  collaborazione sinergica  con le Polizie,  i Cittadini e le Istituzioni tutte, al fine  di attivare importanti e concreti interventi atti a contrastare con tutti i mezzi possibili questo spaventoso  degrado dilagante. 

mail all’Assessore Rozza – 31 luglio 2016 degrado e paura aree verdi comunali p.le  Maciachini – Dino Villani – Populonia- Stelvio P. Bassi

12 Agosto 2016 pervenuto riscontro da parte dell’Assessore comunale :

riscontro ROZZA degrado parchi e giardini zona Maciachini

 

29 – agosto 2016 

FareBicocca@ ha raccolto numerosissime  segnalazioni e reclami di cittadini stanchi ed esasperati del rumore e del disturbo alla quiete pubblica che durante il fine settimana viene provocato  da centinaia di persone di origine sudamericana che si ritrova nella struttura coperta vicino ai giardinetti di P.le Maciachini.

… ecco la mail inoltrata all’Assessore competente.

 P.lemaciachini disturbo alla quiete pubblica 

riscontro Assessore Sicurezza  disturbo quiete pubblica P.le Maciachini 30 agosto 16

 

11 OTTOBRE 2016 

9-ottobre-2016-maciachini

 

post precedenti:

AREA GIOCHI BIMBI VIA POPULONIA – LUGLIO 2016

 

 

 14-11-2016 Area P.le Maciachini : disturbo alla quiete pubblica 

14-0ttobre-2016-mail-segnalazione-disturbo-alla-quiete-pubblica-p-le-maciachini

piazza-maciachini

 

15 Dicembre 2016 

DEGRADO – INSICUREZZA E PRESENZA DI CAMPER NON AUTPRIZZATI VIA P.BASSI/ VIALE STELVIO

15-dicembre-2016-camper-e-degrado-prossimita-giardini-di-via-p-bassi-via-stelvio

RISCONTRO ASSESSORE ROZZA del 22 dicembre 2016 

22-dicembre-2016-riscontro-rozza-degrado-e-camper-non-autorizzati-via-p-bassi-v-le-stelvio

Via Dora Baltea e Via Della Marna ( Bruzzano) : il Municipio 9 delibera la richiesta di installazione di telecamere di sicurezza

IMG-20180220-WA0033

FareBicocca@ pubblica la  delibera approvata dalla Giunta di Municipio 9  in data 15 Febbraio u.s.

La criticità che si vuole affrontare è relativa al problema di SICUREZZA presente da tempo nel sottopasso di Via Dora Baltea e Via Della Marna, situazione che rende davvero pericoloso percorrere   questi tratti di strada.

Per tale motivazione la Giunta di Municipio 9 ha proposto l’installazione di alcune telecamere di controllo…

 

Ora attendiamo il Comune di Milano…

 

Ecco il testo  delle delibera approvate:

Delibera n. 17- 2018 – richiesta installazione n.2 telecamere davanti agli ingressi de l sottopasso pedonale che collega le Vie Dora Baltea e della Marna ( Bruzzano )

IMG-20180220-WA0029  IMG-20180220-WA0032 IMG-20180220-WA0033

 

VIA POLLINI : UNA STRADA DIMENTICATA …

13

FareBicocca@ intende sollevare l’annosa questione della Via Pollini e della sua MAI effettuata riqualificazione –

I cittadini che risiedono nella medesima via sono  terribilmente ARRABBIATI in quanto da  diversi decenni  attendono gli interventi di manutenzione e riqualificazione della strada che manca di tutto : dal manto stradale  , ai marciapiedi alle fogne e conseguentemente alla segnaletica stradale –

Si allega riscontro  alla richiesta di intervento  di sistemazione  della strada di Via Pollini del Direttore Area Tecnica Infrastrutture per la Mobilità  Direzione Mobilità, Ambiente ed Energia del Comune di Milano

riscontro COMUNE VIA Pollini 30 ottobre 2017

Ecco e-mail inoltrata dall’Assessore di Municipio 9

pollini strada dicembre 2017

Riscontro Assessore Granelli –  30 Gennaio 2018

riscontro Segreteria Granelli – Via Pollini

Riscontro segreteria Maran 19/02/2018 

riscontro Segreteria Maran 19 02 2018

 

A seguito di sopralluogo effettuato  con i residenti  presso l’area di Via Pollini il Consigliere Comunale Massimiliano Bastoni ( Lega)presentato un’interrogazione urgente per conoscere i motivi per i quali il Comune di Milano non ha effettuato gli interventi richiesti da anni :

 

23 gennaio 2018

interrogazione BASTONI su via Pollini

 

il Municipio 9 delibera per la messa in sicurezza della Via Giuditta Pasta ( realizzazione marciapiedi – installazioni dissuasori di velocità e telecamere )

IMG_4924

FareBicocca@ riprende la questione di Via Giuditta Pasta, una tratto di strada che collega il quartiere  Bruzzano con  quello di Niguarda e con  l’ingresso con la super strada di Viale  Enrico Fermi, una via priva di marciapiedi e quindi molto pericolosa per i cittadini che devono raggiungere le scuole presenti nell’area,  il centro sportivo e le residenze private – Moltissimi cittadini hanno fatto pervenire le loro richieste e le loro lamentele ai rappresentanti del Municipio 9 i quali hanno elaborato una proposta di delibera approvata dalla GIUNTA MUNICIPIO 9 il 31 gennaio u.s.

Ora tocca all’Assessore Competente ( Granelli ) e ai Settori specifici dare attuazione alla proposta  affinchè si possa finalmente garantire  una condizione di  sicurezza stradale ai tanti cittadini che transitano a piedi sulla Via Giuditta Pasta.

8 gennaio 2018

8 gennaio via Giuditta Pasta sicurezza stradale

Ecco il testo della Delibera

Delibera n. 11-2018 messa in sicurezza con la realizzazione di marciapiedi in Via Giuditta Pasta

 

dalla stampa

13/02/2018 dal ” il Giorno di Milano ”

20180213_104820 20180213_104836

Richiesta fatta nel 2014 

SICUREZZA-VIABITA-VIA-GIUDITTA-PASTA-

PARCO NORD CONTINUANO OCCUPAZIONI ABUSIVE NELLA EX FABBRICA ITEM –

20180107_100613

FareBicocca@ pubblica alcune immagini scattate quest’oggi durante il sopralluogo effettuato presso l’ex fabbrica Item al 071Parco Nord.

La questione SICUREZZA e area abbandonata è stata più volte sollevata dal Municipio 9 e dai suoi assessori –

Purtroppo la questione sembra non risultare una priorità o comunque i risultati ottenuti fino ad ora non sono risultati adeguati  per garantire la giusta sicurezza del luogo, che periodicamente viene occupato da bande di rom / sbandati o altro –

Anche le precarie condizioni della struttura si presentano pericolanti e richiedono urgenti interventi di manutenzione.

Ecco la e-mail inoltrata dall’assessore di Municipio 9 :

EX FABBRICA ITEM PARCO NORD 7 gennaio 2018

30 1GENNAIO 2018

RISCONTRO SINDACO BRESSO – EX ITEM PARCO NORD

EX ITEM

09/01/2018 Dal Quotidiano ” Il Giorno di Milano ”

IMG-20180109-WA0027

20180109_164356 20180109_164340

 

POST PRECEDENTI

MAGGIO 2017 – OCCUPAZIONE EX ITEM

 

il Municipio 9 chiede l’istituzione di una fermata della Linea 42 al Parco Nord ( ingresso Viale Suzzani)

viale suzzani . ingresso parco nord

FareBicocca@ informa i cittadini del quartiere Bicocca che in data 19/01 u.s.  GIUNTA DI MUNICIPIO 9 ha approvato la proposta di Delibera che chiede all’Assessorato competente di attivare i Settori  competenti a verificare la fattibilità tecnica per l’istituzione di una nuova fermata  nell’area dell’ingresso del Parco Nord alla terminazione di Viale Suzzani.

Da moltissimo tempo cittadini, comitati e anche alcuni consiglieri  di Zona ( vedi post allegati) hanno raccolto firme, hanno presentato petizioni, mozioni e richieste affinché anche i cittadini residenti negli stabili di Viale Suzzani altezza Parco Nord abbiano  a fruire del trasporto pubblico e del servizio dell’autobus linea 42 fino ad oggi a loro negato. ( fermata più agevole e vicina alle loro abitazioni)

Considerato che sono moltissimi i residenti anziani e malati che quotidianamente fruiscono del servizio di trasporto pubblico e che la linea 42 non raggiunge la località predetta #Farebicocca desidera comprendere quale siano state  le cause e le ragioni che in questi anni hanno negato l’istituzione di una nuova fermata che soddisfacesse i cittadini ( tra i quali molti anziani e invalidi ) che risiedono negli stabili adiacenti il Parco Nord ( ingresso V.le Suzzani)

Ecco la delibera di Giunta che sollecita l’Assessorato comunale ad attivarsi per tale ragione :

Delibera n. 7-2018 ATM 42 Parco nord Suzzani istituzione fermata

 

Post  precedenti 

LINEA 42 – GENNAIO 2015

LINEA 42 – AGOSTO 2013

LINEA 42 – GIUGNO 2013

VIA CHIESE – VIALE SARCA : DEGRADO – PRECARIA IGIENE E INSICUREZZA – QUESTIONI DA RISOLVERE

20171230_144639 - Copia

#FareBicocca  “spinge” sulla questione del degrado e delle precarie  condizione igieniche dell’area verde di Via Chiese – angolo Viale Sarca nei pressi della centralina elettrica di Unareti  –

in data 30 dicembre u.s. è stato  effettuato un sopralluogo da parte dell’Assessore del Municipio 9 alla Sicurezza e alla Cura del Territorio assieme ad alcuni cittadini del luogo  che lo hanno contattato e invitati per verificare lo stato di degrado del luogo –

Il #Municipio 9 ha sollecitato più volte  l’Amministrazione comunale e  in ultimo la proprietà dell’area Unareti ad intervenire presso le aree in questione  per  la rimozione dei rifiuti abbandonati con  la chiusura e la contestuale messa in sicurezza della area mediante  un potenziamento  della recinzione attualmente recise e perciò  accessibili da chiunque  –

L’area in questione pare essere utilizzata dai gestori di un attività di somministrazione alimenti che  opera con furgone attrezzato alla  vendita di panini / bibite / alcolici/ che si posiziona nelle ore serali davanti all’area – visto il materiale ricoverato all’interno ( cesti per rifiuti – bombole a gas / sacchi contenenti spazzatura / cassette di plastica per alimenti / bottiglie di birra / attrezzature per proteggersi dalla pioggia e dal vento e altro ) diviso in due parti : una per i rifiuti solidi e l’altra come servizio igienico da destinare ai loro clienti –

Ecco  le condizioni dell’area ubicata in Via Chiese di proprietà di Unareti:

In merito alla questione relativa alle autorizzazioni e al corretto posizionamento del furgone il #municipio9 e Assessore alla Sicurezza del medesimo hanno già più volte richiesto gli interventi della Polizia Annonaria che è intervenuta multando  il titolare della licenza per diverse  gravi inosservanze amministrative e per la  non corretta osservazione di alcune  norme igienico sanitari –

Ora si chiede al Comune di Milano che è il  responsabile della sicurezza e dell’ igiene pubblica di intervenire immediatamente presso la proprietà affinché la stessa provveda alla rimozione, sanificazione e manutenzione dell’area oggi degradata con la conseguente sua messa in sicurezza-

 

Si allegano e-mail inoltrate ai Settori competenti :

30 dicembre 2017 richiesta messa in sicurezza area via chiese ang. v.le sarca

 

8  – 21 dicembre 2017 

DEGRADO IN VIA CHIESE – richiesta intervento

 

02/01/2017 dal quotidiano ” Il Giorno di Milano”

20180102_110828

 

post correlati 

DECORO E SICUREZZA – GIUGNO 2017

 

 

 

 

 

 

CAMPER, NOMADI, DEGRADO E INSICUREZZA I CITTADINI DI VIA MURAT SONO ESASPERATI …

22829208_1607468722625051_8906180426177531251_o

FareBicocca@ ha raccolto in questi giorni le lamentele e le segnalazioni dei cittadini di Via Murat esasperati per la condizione di estremo degrado, sporcizia ed insicurezza in cui verte l’area  parcheggio adiacente l’Hotel Contessa Jolanda in Via Murat, la località  in questione è cronicamente occupata da un folto numero di nomadi e dai loro 3/4 camper che rendono la vita difficile al quartiere.

Gli abitanti hanno più volte segnalato la situazione agli Organi competenti senza però ottenere i risultati sperati.

Quest’oggi i residenti hanno raggiunto l’ assessore alla sicurezza del municipio9 che ha immediatamente inoltrato richiesta di intervento alla Polizia Locale con la richiesta di fornire  parere tecnico al fine di deliberare l’installazione di  portali  anti intrusione all’ingresso dell’area parcheggio di Via Murat. ( come fatto per l’area parcheggio del cimitero di Bruzzano ) così da impedirne l’accesso ai mezzi non autorizzati.

ecco la e-mail inoltrata al Comandante della Polizia Locale del Comune di Milano

richiesta di parere per installazione portali anti camper via murat 29 9 17

via murat – nomadi e degrado 2 ottobre 2017

5 ottobre 17 – segnalazione degrado via Murat

 

11/10/2017 

e-mail al Sindaco  per richiesta intervento urgente a tutela della salute pubblica 

 

DELIBERA DI MUNICIPIO 9 

24/10/2017, 

Milano.

In data 24 Ottobre u.s. la Giunta di Municipio 9 ha approvato una delibera con oggetto ” Proposte per il contrasto del fenomeno del bivacco e del degrado esercitato nell’area di Via Murat nei pressi dell’Hotel Principessa Clotilde – richiesta di ordinanze contingibili e urgenti

Il documento delibera di richiedere agli Organi competenti in materia di sicurezza ed, in caso di necessità, ricorrendo i presupposti, anche al SINDACO di Milano, in forza dei poteri conferitigli dal decreto ministeriale in materia di sicurezza con legge del 20/02/2017 , di contrastare l’oramai radicato fenomeno del bivacco e garantire la sicurezza e il decoro urbano alla cittadinanza, adottando un’ordinanza contingibile e urgente.

E ORA IL SINDACO DI MILANO AGISCA A GARANZIA DELL’IGIENE E DEL DECORO URBANO 

CONSULTAZIONE DELIBERE ALBO PRETORIO COMUNE DI MILANO

Delibera n. 190-2017 richiesta ordinanza incontingibile per problemi di degrado

29 ottobre 2017 dal Quotidiano ” La Repubblica ” 

22904772_1607461279292462_7695610725607250028_o

13 ottobre 2017 – dal quotidiano milanese ” Il Giorno di Milano”

via murat 13 ottobre 2017 - il Giorno di Milano

 

IMG-20170929-WA0022 IMG-20170929-WA0023 IMG-20170929-WA0024 IMG-20170929-WA0033 IMG-20170929-WA0037

8 NOVEMBRE 2017 –

IL Consigliere comunale MASSIMILIANO BASTONI visto il persistere della situazione di degrado nell’area di Via Murat e della mancanza di risposte da parte del Comune di Milano anche a seguito della Delibera municipale per DASPO sicurezza e allontanamento dei nomadi dalle aree occupate e gravemente degradate –

8 novembre 2017 – interrogazione bivacchi e degrado in Via Murat

23376221_1617153258323264_2817731402259837172_n

5 dicembre 2017

riscontro rozza interrogazione murat

 

RISCONTRO  COMUNE DI MILANO – SICUREZZA VIA MURAT 27 DICEMBRE 2017 

27 dicembre 2017 riscontro richiesta di sgombero nomandi da Via Murat.pdf 1


Da: Assessore Rozza
Inviato: mercoledì 27 dicembre 2017 11:26
A: AssessorePellegrini Municipio9
Oggetto: RC – presenza di camper non autorizzati area parcheggio e ” dormitorio ” Murat ( piazzale antistante Hotel Contessa Jolanda )

Gentile Assessore Pellegrini,

 

in riferimento alla Sua segnalazione si riferisce che le pattuglie del  nucleo Problemi del Territorio, nel corso degli ultimi tre mesi, hanno effettuato numerosi allontanamenti di camper nella località indicata. Inoltre nel corso degli ultimi due mesi vengono effettuati sopralluoghi quotidiani in orario serale atti all’allontanamento delle persone che bivaccano sotto il porticato del market presente in luogo. Compatibilmente con le altre attività d’istituto si continuerà a tenere monitorata l’area.

Cordiali saluti.

 

La segreteria

Assessorato alla Sicurezza e Coesione Sociale,

Polizia Locale, Protezione Civile

Comune di Milano

 

 

 

 

 

 

 

 


REDDITO D’INCLUSIONE 2018 – INFORMAZIONI UTILI

download

FareBicocca informa che a partire dal 1° dicembre 2017

Il Reddito di inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica. Verrà erogato dal 1° gennaio 2018 e sostituirà il SIA (Sostegno per l’inclusione attiva) e l’ASDI (Assegno di disoccupazione). Il REI si compone di due parti:

1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI);

2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto sotto la regia dei servizi sociali del Comune.

l REI nel 2018 sarà erogato alle famiglie in possesso dei seguenti requisiti.

Requisiti di residenza e soggiorno
Il richiedente deve essere congiuntamente:

  • cittadino dell’Unione o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda.

Requisiti familiari
Il nucleo familiare deve trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:

  • presenza di un minorenne;
  • presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore o un suo tutore;
  • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l’unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica).
  • presenza di un componente che abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione.

Requisiti economici
Il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente di:

  • un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6mila euro;
  • un valore ISRE (l’indicatore reddituale dell’ISEE, ossia l’ISR diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni) non superiore a 3mila euro;
  • un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20mila euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10 mila euro (ridotto a 8 mila euro per la coppia e a 6 mila euro per la persona sola).

Altri requisiti
Per accedere al REI è inoltre necessario che ciascun componente del nucleo familiare:

  • non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
  • non possieda navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005).

IL BENEFICIO ECONOMICO

Il beneficio economico varia in base al numero dei componenti il nucleo familiare (vedi tabella 1) e dipende dalle risorse economiche già possedute dal nucleo medesimo.

Tabella 1: valore mensile massimo del beneficio economico

Numero componenti     Beneficio massimo mensile

 1                                        187, 50 €
2                                        294, 50 €
3                                        382, 50 €
4                                        461,25 €
5                                        485,41 €

In particolare, il valore del beneficio massimo mensile è ridotto dell’importo mensile degli eventuali trattamenti assistenziali percepiti dalla famiglia nel periodo di fruizione del REI, esclusi quelli non sottoposti alla prova dei mezzi, come ad esempio l’indennità di accompagnamento.

Inoltre, se i componenti del nucleo familiare percepiscono dei redditi, il beneficio mensile del REI è ulteriormente ridotto di un importo pari al valore dell’ISR adottato ai fini ISEE (non considerando i benefici assistenziali già sottratti). L’ISR tiene conto, tra l’altro, delle spese per l’affitto (che vengono sottratte dai redditi fino a un massimo di 7mila euro, incrementato di 500 euro per ogni figlio convivente successivo al secondo) e dei redditi da lavoro dipendente (che vengono sottratti per il 20%, fino ad un massimo di 3mila euro).

Il beneficio viene concesso per un periodo massimo di 18 mesi e, se necessario, potrà essere rinnovato per ulteriori 12 mesi. In tal caso, la richiesta di rinnovo potrà essere inoltrata non prima di 6 mesi dall’erogazione dell’ultima mensilità.

Per fruire del REI occorre avere una attestazione ISEE in corso di validità. Poiché l’ISEE ordinario scade a gennaio di ogni anno, al fine di evitare la sospensione del beneficio, chi presenta la domanda per il REI nel mese di dicembre 2017 dovrà rinnovare l’ISEE entro marzo 2018. Invece, coloro che presentano la domanda per il REI dal 1° gennaio 2018, devono essere già in possesso dell’attestazione ISEE 2018.

Il versamento del beneficio decorre dal mese successivo alla richiesta. Condizione necessaria per accedere al beneficio è aver sottoscritto il Progetto personalizzato, con il quale la famiglia è tenuta a svolgere determinate attività.

Se il nucleo familiare non rispetta gli impegni previsti nel progetto senza giustificato motivo o se, per effetto di dichiarazioni false rilasciate nell’attestazione ISEE, risulta aver percepito un importo superiore a quello che gli sarebbe spettato, l’importo versato sulla Carta può essere decurtato fino ad arrivare, nei casi più gravi, alla sospensione e alla decadenza del beneficio. Sono inoltre previste sanzioni fino a 5mila euro nel caso in cui il beneficio sia stato fruito in maniera del tutto illegittima per effetto di dichiarazioni false riscontrate nell’attestazione ISEE volte a nascondere una situazione di relativo benessere.

Calcolo del beneficio massimo mensile
Per una famiglia composta da un singolo componente, la soglia di riferimento per il calcolo del beneficio massimo mensile è pari a 2.250 euro (vale a dire il 75% dei 3mila euro previsti dal decreto in sede di prima applicazione) e cresce in base al numero dei componenti il nucleo familiare, sulla base della scala di equivalenza dell’ISEE.
La soglia non può comunque eccedere il valore annuo dell’assegno sociale (5.824 euro per il 2017).

Numero componenti         Scala di equivalenza              Soglia di riferimento in sede di
ISEE                                 prima applicazione

1                                       1.00                                       2.250,00 €
2                                       1.57                                       3.532,50 €
3                                       2.04                                       4.590,00 €
4                                       2.46                                       5.535,00 €
5                                       2.85                                       5.824,00 €

Il beneficio massimo mensile si ottiene, quindi, dividendo l’importo annuo per 12 mensilità (vedi tabella 1).

ITER DELLA DOMANDA

La domanda può essere presentata dall’interessato o da un componente del nucleo familiare a partire dal 1° dicembre 2017 presso i centri di assistenza fiscale convenzionati con il Comune.
Il beneficio viene concesso dall’Inps che ha reso disponibili il modulo di domanda e le ulteriori istruzioni operative.

Il Comune attraverso i CAF raccoglie la domanda, verifica i requisiti di cittadinanza e residenza e la invia all’Inps entro 15 giorni lavorativi dalla ricezione. L’Inps, entro i successivi 5 giorni, verifica il possesso dei requisiti e, in caso di esito positivo, riconosce il beneficio e invia a Poste Italiane la disposizione di accredito. Poste emette la Carta REI e tramite lettera invita il beneficiario a recarsi presso qualunque ufficio postale abilitato al servizio per il ritiro. Prima di poter utilizzare la Carta, il titolare dovrà attendere il PIN, che gli verrà inviato in busta chiusa presso l’indirizzo indicato nella domanda.

Per i residenti nel Comune di Milano la domanda può essere presentata presso tutti i CAF – centri di assistenza fiscale convenzionati (si veda elenco nella sezione Allegati).
Il servizio per i cittadini è totalmente gratuito.

 LEGGI QUI

COMUNE DI MILANO – SOSTEGNO AL REDDITO

circolare_numero_172_del_22-11-2017_allegato_n_2

CHI LA DURA LA VINCE!!! ANCHE IN FONDO AL VIALE SUZZANI C’E’ LA ” LUCE”…

24899872_1646517358720187_5275400208229070608_n

FareBicocca@ informa i cittadini del quartiere  che martedì 7 Febbraio u.s. si è effettuato un sopralluogo congiunto alla presenza degli Assessore Granellie Pellegrini ( Assessore di Municipio 9 ) (Lega Nord ) ai funzionari di a2a e ai Tecnici del Comune di Milano per verificare la situazione e concertare con i tecnici del Comune  gli interventi di posa dei nuovi pali di illuminazione da parte di a2a.

Finalmente, ce l’abbiamo fatta…

 

 

 

 

Interrogazione comunale presentata dal Consigliere Comunale Massimiliano Bastoni ( Lega Nord) 

interrogazione illuminazione Viale Suzzani dal civ. 289 – 295

interrogazione Bastoni

Riscontro interrogazione presentata dal  Consigliere Massimiliano Bastoni  –  Illuminazione Viale Suzzani 289 -295

DOVE PRIMA REGNAVA  IL BUIO  PRESTO  CI SARA’ LA ” LUCE”

dopo anni di battaglie e di richieste,  grazie alla determinazione e la caparbietà di uomini e donne del quartiere  siamo riusciti ad ottenere ciò che era dovuto ma dimenticato….

 

CITTADINI IMPEGNATI + POLITICA BUONA = RISULTATI

riscontro granelli interrogazione illuminazione Viale Suzzani dal civico 289 al 295

 

 

IL 16 Novembre 2017 ultimo atto : sopralluogo congiunto alla presenza dell’Assessore di Municipio 9 Andrea Pellegrini – i rappresentanti di a2a – l’impresa che realizzerà l’intervento e l’Amministratore dei Condomini ( 289 – 291 – 293 – 295 )  –

Ecco la delibera che cominciò a dare impulso alle richieste dei cittadini di Viale Suzzani 289 al 295 – seguirono interrogazioni, segnalazioni, richieste, solleciti e  ancora solleciti –

Il Municipio 9  ha inserito nella delibera consigliare del  ” piano luce ” del Comune di Milano questa località  – l’Amministrazione   comunale e l’Assessore competente è ha dovuto intervenire  per soddisfare le annose richieste di SICUREZZA e  presentante dai cittadini della zona –

 

grazie a tutti 

#chiladuralavince

 

6 DICEMBRE 2017 –  FINALMENTE LUCE!!

24774869_1646498488722074_6130342686397121709_n

24301419_1646489622056294_5869888733159027107_n

24899872_1646517358720187_5275400208229070608_n - Copia

 

POST PRECEDENTI

ILLUMINAZIONE VIALE SUZZANI 291 – 293 – 295 –

Sicurezza nei Parchi e nelle aree verdi : il Municipio 9 chiede più controlli e prevenzione…

parchi milano

FareBicocca@ informa che in data 5 dicembre u.s. la Giunta di Municipio 9 ha approvato una delibera per la richiesta  di  un maggior numero di personale delle  Forze dell’Ordine ( Polizia Locale –  Comune di Milano)   nei Parchi e nelle aree verdi critiche del  territorio  del Municipio 9  per garantire  maggiore sicurezza ai cittadini che le frequentano.

Il documento sollecita il Comune di Milano ad organizzare un momento di concertazione per redigere  con il Municipio 9  la ” costruzione ” di un piano di controllo relativamente alle aree verdi di rilevata criticità al fine di renderle sicure e fruibili da parte della cittadinanza.

Inoltre si chiede al Comune di intervenire presso le aree verdi  sprovviste con l’installazione di telecamere di controllo che consentono di monitorare e presidiare gli spazi anche più remoti e isolati con l’obbligo di test periodici dei dispositivi installati per verificarne puntualmente la corretta funzionalità e direzionalità.

 

ecco il testo della Delibera di Giunta di Municipio 9

delibera municipio 9  sicurezza  aree verdi e parchi

 

post precedenti correlati

degrado e sicurezza – parchi e aree verdi Municipio 9